Ancora Nicoletta

20150324-131753.jpg

Dicevo ieri a una mia amica “Ma io sto esagerando con le foto di Nicoletta sul blog ! ” e lei mi ha risposto che i bimbi e i fiori sono di tutti …per cui fotografarli e mostrarli e’ sempre un piacere .

In questa posa , con le sue manine da pianista e la bocchina ben delineata , la trovo adorabile.

Ha quell’eta’ in cui i bambini sono “incontaminati” , ossia non ancora condizionati dall’influenza del mondo esterno e ogni loro gesto e’innato ….

Quando si succhiano i piedini o si sfregano gli occhi , starei ore a guardarli.

Cara Nicoletta , più avanti , dovrai imparare a fare ciao, a battere le manine e a essere tormentata per riprodurre a richiesta le prodezze apprese , ma intanto , goditela , fin che sei in tempo!

” fare”i blog…….

20150315-215850.jpg

L’altro giorno in metropolitana ,a Milano , ho ascoltato il dialogo tra due amiche , più vicine agli….anta, che agli….anta.

Parlavano di una loro conoscente:
” Sai , Marcella , quella che e’ venuta da Roma e che adesso lavora da un avvocato ? E’una strana , figurati che alla sua età si e’ messa a fare i blog ….”

“Boh , dev’essere un po’ montata e così crede di fare la moderna…”

……………………………………………

Ma , povera Marcella , cosa fara’ di male…?

Un blog non e’ infettivo , non e’ rumoroso ne’ contagioso , non e’ invadente e non inquina….
Se non lo si vuole vedere , basta non collegarsi…..

Gli unici rischi che si corrono potrebbero essere di divertirsi tantissimo a scrivere il proprio , e ancora di più , a leggere quello degli altri.
Di ricevere fotografie incredibili da tutte le parti del mondo .
Di scambiare idee con tante persone diverse , e , attraverso la scrittura e il modo di porgere le immagini , di scoprire affinità con chi non ti aspetteresti mai….
Di rispolverare una lingua soltanto studiata a scuola e di metterla in pratica….

Confesso di essere rimasta male per l’atteggiamento intransigente e accusatorio delle due signore….

“Facessero”anche loro i blog , invece di parlar male della gente!

……………………………………………

P.S.la metropolitana di Milano non e’ sempre cosi’ vuota!

Nonno Mario….

20150315-172318.jpg

Troppo bella questa foto !
Un omone felice, con Nicolettina in braccio….

Nata prematura , la piccola e’ ancora in una specie di “quarantena”.
Chi la avvicina deve adottare particolari norme igieniche , non usare profumo , indossare abiti appena lavati , oltre a seguire parecchie altre precauzioni.

I nonni sono andati a trovarla per la prima volta nei giorni scorsi e le foto dicono che sta crescendo bene , ma si nota come e’minuta , quando la si vede in braccio a una persona grande …….

…………………………………………………………………..

Baci sterilizzati a tutti!

Nozze Roberto e Virginia

20150311-203153.jpg

Da parecchio tempo non assistevo a un matrimonio in Sinagoga.

A Milano , quella centrale di via della Guastalla , dopo i bombardamenti della seconda guerra mondiale , ha conservato la bella facciata del Beltrami, mentre all’interno e’ stata completamente ricostruita e ospita preziosi cimeli e oggetti di culto della religione ebraica.

Domenica si sposava un cugino di Rene’, fra i numerosissimi invitati molti venivano da paesi lontani e ho visto la loro gioia nel riabbracciarsi.
Si respirava un’ atmosfera di festa , improntata a una profonda spiritualità .

Mentre gli uomini portavano in testa l’immancabile kipa’ , quello che ho notato , rispetto ad altri matrimoni a cui sono abituata , e’ stata la assoluta assenza di ostentazione da parte delle signore presenti….

Mi ha dato l’idea che il pensiero ” oddio , cosa mi metto”, riferito al giorno del matrimonio , non avesse neanche sfiorato le loro menti e , durante le nozze , celebrate solennemente in rito Cassidico ,l’attenzione degli astanti era tutta rivolta all’importanza della cerimonia.

Dalla mia postazione , rigorosamente nel settore dedicato alle sole donne , a destra , nel tempio, ,non riuscivo a distinguere bene gli sposi sotto al baldacchino, perché un contorno di Rabbini ne occultava la vista.
Uno di loro spiegava in italiano le varie fasi del rito , durante il quale , ai cori in ebraico , rispondeva dai banchi gran parte del pubblico presente.

Dopo il sontuoso rinfresco , prima di accomiatarci , abbiamo salutato gli sposi , e c’e’ stato un problema al momento di stringerci la mano : il religiosissimo sposo ha spiegato che non poteva toccare nessuna donna che non fosse sua moglie , cosi’ come Virginia , la sposa , non poteva toccare nessun uomo che non fosse suo marito……..

20150311-203915.jpg

20150311-204027.jpg

20150311-204147.jpg

20150311-204321.jpg

20150311-204412.jpg