Symbolism

https://bopaula.wordpress.com2015/4/30thursday-challenge-symbolism

20150430-221030.jpg

Il Duomo di Milano , simboleggia l’EXPO 2015…

Advertisements

Beata innocenza

20150424-160913.jpg

Per arrivare alla battuta finale, devo per forza raccontare l’antefatto…..

Questo episodio risale al periodo in cui vivevamo in Argentina , ed era in atto una grave e diffusa epidemia di poliomielite che teneva in allarme tutto il paese.
Si viveva nel panico, profilassi e norme igieniche erano estremizzate ,( per esempio , si dovevano lavare le banane con acqua e sapone , prima di sbucciarle) e anche i bambini respiravano questa atmosfera da incubo, contagiati dall’apprensione degli adulti.

In famiglia eravamo tre figlie femmine piu’un maschietto ancora in fasce.
Noi sorelle , (l’ultima , Chiara , aveva quattro anni ) ,condividevamo la stessa stanza e ogni sera , prima di dormire , chiacchieravamo fino a tardi.
La nonna , con la buonanotte , ci aveva gia’ raccomandato di dire l’Ave Maria , cosi’ la Madonna , di sicuro , ci avrebbe salvato ……..

Con queste premesse ,una sera c’eravamo addirittura accordate sulle nostre “ultime volonta’ ” , nel caso che……..
Avevo iniziato io ,che ero la maggiore……

A Marina lasciavo la bici, l’orologio e le racchette da tennis , mentre la mia collezione di peluche , le bambole di carta e gli acquerelli erano per Chiaretta.
Anche le mie sorelle avevano espresso le loro “disposizioni testamentarie” e da Marina io avrei ereditato il salvadanaio , i dischi e la penna stilografica , mentre alla piccola sarebbero toccati il Ping Pong , le figurine e la radiolina….
Chiaretta , dal canto suo , ci destinava il suo braccialetto ,la catenina d’oro e le matite colorate.

Tutte eravamo soddisfatte dalle decisioni prese e arrivato il momento delle preghiere avevamo cominciato a recitarle ad alta voce …… meno la piccola , che stava zitta…

” Chiara , e tu non la dici l’Ave Maria ?” l’avevamo sollecitata .

E lei , di rimando :” Eh , ma…..e se poi non morite piu’?”
…………………………………………………………………………………………………………..

( Da che mondo e’ mondo , si e’ sempre saputo che per una eredita’ si disgregano intere famiglie!)

Capelli

20150419-134914.jpg

Sembra la foto pubblicitaria di un prodotto per capelli , vero?
Beh,ha attinenza con un fatto che mi e’ accaduto un po’ di anni fa…

C’era in commercio uno spray che applicato sui capelli appena lavati, li schiariva e li illuminava.

Anch’io l’avevo comperato , ma poi , senza nemmeno provarlo ,lo avevo relegato nel solito armadietto dove tenevo i prodotti di uso non giornaliero ; mentre mia sorella , che se lo stava applicando regolarmente , aveva acquisito una chioma da diva….

“E perché io no ?” mi ero detta una mattina dopo il solito shampoo…
E senza attendere un attimo , ancora grondante , allungando la mano verso il famoso armadietto , avevo afferrato la bomboletta e mi ero spruzzata il liquido sui capelli bagnati…

Durante l’asciugatura , mi ricordo come avevo atteso con ansia di constatare gli effetti dello spray e come ero rimasta delusa non notando nessun mutamento sul mio colore castano-topo…

Poi avevo finito per persuadermi che forse un’unica applicazione era stata insufficiente per ottenere un risultato tangibile e mi ero ripromessa di ripetere l’esperimento al piu’ presto.

Anche mia sorella, che tenevo aggiornata , mi invogliava ad insistere.

Ma era andato fallito anche il secondo tentativo e “Anzi” le dicevo” mi sembra perfino di vedermi i capelli un po’ più scuri!”

Al terzo fiasco , incredula , mia sorella mi aveva suggerito di leggere meglio le istruzioni perche’ magari mi ero lasciata sfuggire qualche passaggio , ai fini di una piu’corretta applicazione , e aveva aggiunto :”Guarda bene!”

Inforcati gli occhiali avevo guardato bene .

Per accorgermi che da ormai tre settimane mi stavo spruzzando in testa un deodorante maschile per le ascelle…

(….succedono a qualcun altro, cose cosi’? Mi piacerebbe saperlo per consolarmi!)

Non solo “Corazzata Potemkin”…….

20150413-142853.jpg

Sottotitolo: Attenzione ai tesserini intestati

I frammenti di uno scadutissimo tesserino del Cineforum, trovati in un libro ,mi hanno riportato a un episodio di tanti anni fa….

…..di quando eravamo giovani e i nostri bambini erano piccoli
…..di quando andavamo al Cineforum tutti i martedì

Al Cineforum si andava in gruppo e con noi veniva anche la mitica zia LINA ,chiamata cosi’ ,tout court , in tutto l’entourage .
Ormai ottantenne , dinamica , e patita dei film d’autore , anche lei aveva un regolare tesserino intestato a suo nome , valido per due persone , per l’intera stagione cinematografica.

Quando partiva ci telefonava:” Ve lo lascio , cosi’ potete passarlo a qualche vostro amico…”, e mi ricordo benissimo la volta in cui l’avevo ceduto alla coppia Lalla e Renato , per l’ultimo film in programmazione , prima della scadenza ….

In seguito , un po’ per le vacanze , un po’ per la scuola dei bambini e infine per la zia , che cadendo da una scala si era rotta un braccio , per qualche tempo , con i nostri amici , ci eravamo sentiti solo per telefono.

Poi , quando finalmente con Lalla c’eravamo trovate a tu per tu , eravamo state insieme un pomeriggio intero , per ricuperare il tempo perduto.
Dopo i “gossip” e le notizie essenziali , en passant , l’avevo anche aggiornata sul braccio ingessato della zia Lina , all’indirizzo della quale , nominandola per nome e cognome , avevo esclamato ad alta voce:” Eh, si’, ogni tanto ne combina di guai , la nostra Carola Andreoli…………….!”

Quello che non mi ero aspettata era la reazione di Lalla…….
Perche’, prima impallidita e poi arrossita , fissandomi con gli occhi sbarrati , continuava a ripetere le mie ultime parole:

“Carola Andreoli , Carola Andreoli …. Ma….. ma…..ma….Ma Carola Andreoli sarebbe la zia Lina….?!?”

Ed io , continuando a non capire : ” Si’, sai come facevano una volta , Carola, Carolina , Lina…….. Ed e’ rimasta Lina per tutti….”
……………………………………
……………………………………

A questo punto , un po’ridendo e un po’ e un po’ piangendo, Lalla mi aveva raccontato tutto l’antefatto……

Un tesserino , intestato ad una certa Carola Andreoli era stato rinvenuto dalla stessa Lalla in una giacca del marito e questo “ritrovamento” , ovviamente , aveva creato fra loro , non poche difficolta’ .

Poco importava che Renato , caduto dalle nuvole , messo alle strette spergiurasse di non conoscere nessuno con quel nome ,……lei era entrata in crisi totale………
Come darle torto?
…………………………………………
…………………………………………
…………………………………………

Il finale ormai prevedibile , rende inutile ogni ulteriore passaggio , e, premesso che la situazione d’emergenza fra i coniugi si era gia’da tempo ridimensionata , le recenti “scoperte” avevano sicuramente dato il colpo di grazia anche all’ultimo più piccolo dubbio di Lalla….

In quanto a Renato , conoscendolo , forse non aveva neanche capito bene tutto il trambusto che gli era passato accanto….e la Zia Lina , si era divertita un sacco per l’involontario ruolo di Femme Fatale….